Il festival della Taranta: ecco dove si balla la Pizzica ogni estate

Maggio Salentino - Percorsi tra Arte e Storia - Poesia e Musica - Mare e Natura

Il Festival della Taranta è sicuramente l'evento salentino per eccellenza, che ogni anno, nel mese di agosto, vede molte piazze dei paesi salentini gremite di gente che balla a suon di tamburelli e chitarre.

Il Festival della Taranta è un festival itinerante che si sviluppa all’interno dei alcuni comuni salentini, quasi tutti appartenenti alla Grecìa Salentina, un'isola linguistica ellenofona. Quest'anno la XVIII^ edizione si svolgerà dal 3 al 22 agosto ed interesserà, come di consueto, paesi quali Martano, Sternatia, Cutrofiano, Galatina, fino a concludersi, come d’abitudine, con la celeberrima Notte della Taranta, a Melpignano.

Questo straordinario appuntamento folkloristico con la musica popolare mira alla valorizzazione ed alla diffusione della cultura e delle tradizioni salentine, attraverso questa serie di appuntamenti molto gettonati da turisti e locali ormai da anni. Dal 1998, anno in cui ha preso vita il progetto gestito e portato avanti dai Comuni della Grecia Salentina e dell’Istituto "Diego Carpitella", l’evento ha avuto una crescita sostanziale che ha contribuito a rendere il Salento famoso in tutto il mondo.

Le varie date vedono esibirsi sul palco tutti i principali artisti del territorio: le band propongono non solo i classici brani appartenenti alla tradizione, spesso rivisitati in nuovi arrangiamenti, ma anche nuovi brani da loro composti, che danno ulteriore linfa creativa all’antico filone musicale della “pizzica-pizzica”. Il valore aggiunto del Festival della Taranta è determinato dagli scambi che avvengono nel corso dei concerti. I gruppi folk, infatti, non mancano di condividere lo stesso palco, dando vita ad importanti collaborazioni ed a inedite rivisitazioni, in un clima di allegria contagiosa.

I comuni ospitanti si trasformano in veri e propri teatri all’aperto, facendo rivivere questa preziosa ed antica tradizione a 360 gradi, non solo mediante la musica, ma anche e fondamentalmente grazie al ballo. Durante uno di questi eventi, non è raro vedere giovani donne vestite con le tipiche gonne lunghe, né mancano i tantissimi tamburelli, con i nastrini colorati, ondeggiati a ritmo di musica. Inoltre, per le strade è possibile assaggiare alcuni piatti tipici, presso le tante bancarelle che contribuiscono a vivacizzare le serate.

La serata finale: la Notte della Taranta a Melpignano

Oltre 100.000 spettatori ogni anno ballano insieme la Pizzica nell’area attigua all'ex convento degli agostiniani, a Melpignano. Importanti progressi sono stati compiuti nel corso degli anni, grazie alla Fondazione "La Notte della Taranta”, nata nel 2008 con l’obiettivo di valorizzare e tutelare il territorio salentino, investendo, in maniera particolare, nelle manifestazioni culturali, musicali, sociali e di comunicazione. In questo fervido contesto si è pertanto sviluppata la florida ricerca e l’incredibile interesse per il fenomeno del tarantismo, per le tradizioni grike e salentine, con specifico riferimento alla musica popolare.

Immancabile pilastro in ogni edizione della Notte della Taranta, è l'Orchestra Popolare "La Notte della Taranta", costituita da circa 30 membri, tra musicisti e ballerini di Pizzica. Inoltre, l'attività dell'orchestra non si limita alle giornate del Festival ma prosegue tutto l'anno con un vasto tour, con diverse tappe sparse in tutto il mondo.

Divenuto ormai un simbolo a livello mondiale, l'orchestra è la testimonianza vivente di un complesso di tradizioni ed influenze culturali tutte meridionali. Quest’anno sarà, per la prima volta, diretta da una donna, la straordinaria cantautrice Carmen Consoli, a cui è affidata la direzione musicale della Notte della Taranta.  Sulle note e sui brani che proporranno i musicisti, caratterizzati dalla commistione tra strumenti e voci interni all'orchestra, anche quest’anno, come ogni estate, centinaia di persone si riuniranno nelle piazze e nelle strade del Salento, per ballare e divertirsi, alimentando un fuoco folkloristico che stenta a spegnersi e che avvalora incredibilmente il Salento.

Non perdete gli eventi previsti nel calendario del Maggio Salentino incentrati sulla musica e sulla danza della "pizzica".